Close
 
Nei lotti
   
Nel sito

Antiquariato - mobili, dipinti e oggetti di arredo - Autori dell'800 e del 900

La Galleria Pananti Casa d’Aste organizza due aste entrambe di un’unica sessione: una venerdì 14 febbraio alle ore 17, dedicata all’Antiquariato, mobili, dipinti e oggetti di arredo e l’altra, riservata agli Autori dell'800 e del 900, verrà battuta sabato 15 febbraio alle ore 16. L’intera esposizione si svolgerà nella sede di Palazzo Peruzzi de’ Medici in via Maggio 28/ 28a, da venerdì 7 al 13 febbraio con orario continuato dalle 10 alle 19.   Le due aste di febbraio, come da tradizione, presentano opere di considerevole pregio tra Antiquariato, mobili, oggetti di arredo e dipinti dell’800 e del 900. L’asta Antiquaria di venerdì si compone di 195  lotti in gran parte mobili e manufatti d’arredo, mentre Sabato l’asta si compone di 363 lotti, di importanti artisti del panorama italiano dall’Ottocento al Novecento. Nella sessione riservata all’Antiquariato segnaliamo a tema classico dell’arte sacra,  la “Crocifissione” di  Francesco Botti un olio su tela, di grandi dimensioni cm. 198x137 corredato da un’antica cornice in legno. (lotto 170 stima 15.000/18.000), come anche la coppia di opere, anch’esse di grandi dimensioni di  Leandro Bassano: “Il trasferimento sull’arca” olio su tela, cm. 117x98 (lotto 192 stima € 25.000/30.000) e “l’ingresso degli animali nell’arca di Noè”, olio su tela, cm. 117x98 (lotto 192 stima € 25.000/30.000), dov’è facilmente evidenziabile l’influenza artistica del padre  Jacopo da Ponte, detto Jacopo Bassano (Bassano del Grappa, 1510 - 1592).         E’ la copertina del catalogo, la splendida veduta di Piazza S. Lorenzo, , dell’artista Luigi Gioli dal titolo “San Lorenzo a Firenze”, 1891, olio su tela, cm. 80x50 (lotto 310 stima 8.000/10.000) dove è evidente l’influenza impressionista francese nel pittore postmacchiaolo. Giovanni Fattori pittore macchiaiolo, esprime tutta la sua grande dote di sintesi nel piccolo formato con “Boscaglia”, olio su tavola, cm. 14x22,3 (lotto 303 stima 8.000/10.000), di Vincenzo Cabianca è il dipinto “Monachine sugli scogli a Castiglioncello”, olio su tela riportata su cartone, cm. 40,5x52 (lotto 305 stima  8.000/10.000), del napoletano Consalvo Carelli  è la “Veduta della Marinella”, olio su tela, cm. 51x74 (lotto 311stima 7.000/9.000). Nell’ambito della pittura del Novecento, speciale attenzione va data sia a Giorgio Morandi  “Paesaggio”,  acquerello su carta riportata su tela, cm.16,5x24,5. (lotto 572 stima 22.000/28.000), che a Gino Severini  “Danseuse Rouge”, 1960 tempera su cartoncino, cm. 65,2x50,2. (lotto 573 stima 21.000/25.000).   Concludono l’asta le opere di Carla AccardiOmbrello Giallo Blu”, 1999, vinilico su tela, cm. 80x100. (lotto 577 stima 20.000/25.000) e Guglielmo Sansoni: Tato  “Sorvolando in spirale” lio su tela, cm. 200x100. (lotto 578 stima 10.000/12.000) e Pietro Annigoni “Autoritratto” anni ’80, olio su tela, cm. 40x30 (lotto 552 stima 10.000,00/15.000,00).