Close
 
Nei lotti
   
Nel sito

Classic Cars and Automobilia

Dopo l’asta record delle supercars italiane ed europee, realizzata da Sotheby’s a Monterey in California il 15 agosto scorso, dove 25 bolidi da strada (tra cui 4 Ferrari tra le 5 auto vendute più a caro prezzo, compresa una 250 LM del 1964 battuta a 17,6 milioni di dollari) hanno totalizzato la cifra di 67 milioni di dollari, c’è attesa a Firenze per la più importate asta di Classic Cars organizzata dalla Case d’Aste Pananti che propone alcune auto della casa di Maranello, tra cui una Ferrari 330 GT 2+2 1966 carrozzeria Pininfarina, e ancora altre prestigiose supercars...   

N.B. : Foto e stime sul sito con catalogo online www.pananti.com

L’Asta esclusiva di Auto d’epoca e Automobilia - organizzata dalla Galleria Pananti con Banca Leonardo - si terrà a Firenze il 26 settembre ore 12, Hotel Il Mulino di Firenze, via di Villamagna 119. Esposizione: 24-25 settembre dalle 10 alle 19. Altro che donne e motori. Quella per le auto d’epoca è una passione assoluta. Un tipo di collezionismo che non ammette distrazioni. Pare che in Italia ne siano oltre 200mila persone, con un giro di affari per centinaia di milioni di euro, numerose riviste specializzate, associazioni che organizzano incontri e  iniziative di vario tipo. E se in testa alla classifica dei più spendaccioni ci sono i grandi collezionisti inglesi e americani,  anche da noi non si scherza. E’ un settore e mercato in netta ascesa e vede gli appassionati schierati su vari fronti:  ci sono i collezionisti lungimiranti che puntano all’investimento, quelli che hanno il culto della meccanica e dell’ingegneria, i più raffinati che si dedicano alla cultura del bello e ne fanno una questione di forme d’arte.
Poi ci sono, come tra tutti i collezionisti, quelli più bizzarri. Ossia i tematici: solo Ferrari anni ‘50 o anni ’80; solo auto sportive, o auto usate nel cinema; a cui si aggiungono  quelli che  acquistano esclusivamente  auto di colore rosso, o le sportive costruite tra il 1947 e il ’57.  O chi si spinge, con il gusto del macabro,  a collezionare solo carri funebri.       

La sintesi e il modello di questa passione resta il miliardario e businessman americano Leslie Wexner, a capo dell’impero di Victoria’s Secret : nel suo garage  espone ben allineate n° 50 Ferrari, tra le altrettanto amate e numerose sculture di Giacometti e svariati Picasso appesi alle pareti.  Ebbene, se  patria indiscussa del collezionismo delle auto d’epoca restano Usa e Inghilterra, tuttavia Germania, Olanda, Lussemburgo, Belgio e Italia seguono a ruota. E tra i mercati emergenti? < Si affacciano i cinesi che puntano per ora solo alle auto del cavallino rampante e alle Rolls Royce. Ma stanno arrivando anche cecoslovacchi e rumeni, neofiti del collezionismo e innamorati delle auto italiane>  spiega Alessandro Bruni esperto del settore e consulente delle Casa d’Aste Pananti.  

UN APPUNTAMENTO IMPERDIBILE quindi quello fiorentino del 26 settembre 2015. Perché saranno battute all’incanto circa 40 auto d’epoca. Segnaliamo in particolare: SIATA DAINA 1940 Grand Sport del 1951, stimata sui 220 mila euro.  Auto da corsa,costruita in pochissimi esemplari. L’ultima è stata venduta  in Usa a 250 mila dollari. Varie FERRARI anni ’80, stimate tra i 50-100 mila euro   Alcune auto della vera Mille Miglia, tra cui una CHRYSLER 72 che ha partecipato alle Mille Miglia del 1928 guidata da Rodolfo Caruso, nipote  del famosissimo tenore; ALFA ROMEO 1900 CSS del 1957, appartenuta al grande pilota  gentleman  Giovanni Lurani Cernuschi;  Un esemplare unico di FIAT 1110 E, carrozzato da GHIA, appartenuta all’attore anni ’50 Nerino Bernardi, protagonista del film , oltre che di varie piéces di teatro diretto da Copeau e Visconti; Altre auto che hanno vinto il I° Premio di categoria  al Concorso d’Eleganza a Campione d’Italia 1955. MORETTI  Alger-Le Cap  UNO dei pochissimi esemplari carrozzeria Moretti del 1952 , così denominata per aver partecipato al raid Algeri –Città del Capo. VOLVO P1800 S station wagon, utilizzata nel film , dove compare guidata dai protagonisti Ugo Tognazzi e Edvige Fenech. MASERATI Mexico. FIAT 1100 TV TRASFORMABILE,  rara spider costruita per il mercato Usa e dotata di  motore sportivo. TIGA Le Mans, che ha corso nell’omonimo circuito, con motore Cosworth del 1981, esemplare unico. DAYTONA nera, usata nella serie tivù americana, certificata e costruita su base Chevrolet Corvette. LANCIA LAMBDA VIII serie ex Mille Miglia del 1929. Un’intera collezione di FIAT TOPOLINO , di vari colori e serie.                                                           

TRA I MEMORABILIA, si segnaliamo  alcuni  pezzi feticcio che faranno impazzire i collezionisti.  *2 diplomi autografi che il pilota LUIGI MUSSO ha vinto con la Maserati, più un riconoscimento della Maserati del 1955 ,  *un pezzo di borsa da donna, con una ventina di firme di famosissimi piloti, da Manuel Fangio a Scarfiotti, Von Trips, Phill Hill, Peter Collins, Mike Hawtor; *le veline originali del discorso che Enzo Ferrari tenne in occasione del conferimento della laurea honoris causa all’Università di Bologna il 7 luglio del 1960; *La sceneggiatura originale del film  datata 11 gennaio 1966 tradotta in italiano,  con note di Enzo Ferrari; * vari numeri della  rivista “Scuderia Ferrari “; *un disegno prototipo delle Ferrari Daytona 365 Pininfarina, con correzioni a inchiostro viola di Enzo Ferrari;  *Un acquerello di Moutaut anni ‘20 con “Auto in corsa “, e dedica autografa.