ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA - II

281

Ottone Rosai ©  
(Firenze, 1895 - Ivrea, 1957)

Muro e case, 1948

Olio su tavoletta
cm. 11,9x19
Firma e data in basso a destra. Provenienza: Raccolta Rialti Firenze. Autentica su fotografia dell'Archivio Ottone Rosai a cura di Giovanni Faccenda.

Uno come Alessandro, detto «Ciccio», Rialti – fra i giornalisti sportivi più noti e apprezzati nell’Italia degli ultimi cinquant’anni –, a Rosai sarebbe stato immediatamente caro. E, magari, un suo dipinto, di quelli «giusti» come questo, Ottone glielo avrebbe pure offerto in dono, in segno di amicizia o per la comune passione per la «loro» Fiorentina. Quella di Rosai e di Rialti. Quella di cui ci siamo innamorati perdutamente tutti la prima volta che abbiamo varcato la soglia del vecchio Comunale e sentito l’inno di Narciso Parigi. C’è, racchiuso in questo scorcio «diladdarno», «sanfrianino» – che subito richiama alla mente la celebre inquadratura rosaiana del muro di Piazza del Carmine –, un sapore, un’intensità di umori, diresti persino una temperatura emotiva, che affascinano e incuriosiscono per come essi riescano a guadagnare il cuore dei più sensibili. È una Firenze, questa – se è lecito dirlo –, che è più Firenze dell"altra": quella dei monumenti celebri, delle strade e dei palazzi lussuosi e degli angoli alla moda, degli Uffizi e del Bargello. È la Firenze che sa, ancora, al mattino, di pane cotto a legna appena sfornato, di aroma di caffè tostato, di burle, scherzi e stornelli che ascolti, rapito, fra via Toscanella, Pitti e Santo Spirito. Questa Firenze, a cui batte forte il cuore quando ascolta Odoardo Spadaro o legge Vasco Pratolini, è tutta in un simile saggio, di altissima pittura, destinato a non conoscere tempo. Rosai ce lo ha regalato così: nella sua bellezza infinita. Che lo abbia scelto e amorevolmente collezionato il compianto Alessandro Rialti è solida conferma per un dipinto eccellente che supera le proprie dimensioni, tanto da apparire emblematico, finanche "monumentale", nella sua più segreta, poetica ed esclusiva identità.
Verrà riprodotto nel terzo volume del Catalogo Generale Ragionato delle Opere di Ottone Rosai (Editoriale Giorgio Mondadori), a mia cura. Giovanni Faccenda
€ 3.000,00 / 5.000,00
Stima
Valuta un'opera simile